Cerca
Close this search box.

Cosa significa NAC?

Pubblicato il 4 Aprile 2024

Sezioni

Condividi questo post

Alessia Bellintani – Veterinario NAC

Cosa significa NAC?

Questa domanda apre la porta a un mondo affascinante e variegato di animali non convenzionali che, negli ultimi anni, hanno trovato il loro spazio nelle case e nei cuori di molti. NAC significa Nuovi Animali da Compagnia (un tempo chiamati animali esotici), termine che raggruppa una moltitudine di specie esotiche e non, dai vivaci uccelli tropicali ai misteriosi rettili, passando per piccoli mammiferi dalle abitudini sorprendenti.

Questi compagni alternativi portano nelle nostre vite un tocco di fauna inaspettata e meravigliosa, sfidando ogni convenzione tradizionale su cosa significhi avere un animale domestico. La decisione di accogliere un NAC nella propria casa comporta responsabilità specifiche e sfide uniche. Richiedono cure particolari, habitat su misura e una dieta che rispecchi le loro esigenze, spesso molto diverse da quelle degli animali domestici più comuni.

Dopo aver introdotto il mondo affascinante dei Nuovi Animali da Compagnia (NAC), è importante esplorare più a fondo alcune delle specie più comuni che le persone scelgono di accogliere nelle loro case. Ognuna di esse ha esigenze uniche e specifiche che devono essere soddisfatte per garantire il loro benessere. Di seguito, ecco un elenco.  

Piccoli mammiferi

Coniglio (Oryctolagus cuniculus)  

Il coniglio è un ottimo animale da compagnia, intelligente e dal carattere molto socievole tanto da amare la convivenza con altri simili e stabilire ottimi rapporti con chi decide di occuparsene.

Esistono diverse razze che offrono un’ampia varietà di scelte in termini di dimensioni, forma delle orecchie, tipo di pelo e colore. In media, un coniglio ben curato, può arricchire la vita di chi decide di prendersene cura per 9-10 anni, a seconda della razza. Nonostante ciò, è bene sapere che si tratta di un animale molto delicato e fragile: non ama essere tenuto in braccio e se fatto cadere, può subire seri inconvenienti, come fratture agli arti o ai denti.

Questa piccola creatura ama stare libera in casa o, ancora meglio, in un recinto sito all’esterno dell’abitazione, dove poter correre e alimentarsi spontaneamente con della buona erba fresca. L’alimentazione è cruciale per la sua salute: necessita infatti di una dieta ricca di fibre e povera di carboidrati e grassi. Un’alimentazione scorretta può portare a gravi problemi di salute, come la malocclusione dentale o disturbi al sistema gastroenterico.

Ecco perché sono fondamentali visite veterinarie specialistiche regolari, per monitorare la salute dei loro denti in continua crescita (incisivi e molari formi) e il loro benessere generale. 

Porcellino d’India (Cavia porcellus)

Similmente ai conigli menzionati in precedenza, anche il porcellino d’India è un animale estremamente socievole, abituato a vivere in piccoli gruppi. Per questo motivo, è prassi consigliata adottarne almeno una coppia. Se tenuti da soli possono soffrire di solitudine.

Questi adorabili roditori hanno una durata di vita media di 5-8 anni e si distinguono per la varietà di pelo, che può essere corto o lungo, liscio o ruvido e per la diversità dei colori.

Lo spazio è un elemento fondamentale per il loro benessere: necessitano infatti di un’area ampia con sufficiente spazio per muoversi liberamente. Inoltre, a causa della loro natura timida e paurosa, è essenziale fornire loro dei nascondigli dove possano sentirsi sicuri.

Un aspetto cruciale per la salute dei porcellini d’India è la loro dieta. Essi richiedono fieno di alta qualità disponibile senza limitazioni e un’abbondante quantità di verdure fresche ricche di vitamina C, una sostanza che non essendo capaci di sintetizzare autonomamente, se non fornita con la dieta, può portare a seri problemi. In quantità più limitata può essere somministrata anche la frutta, meglio anch’essa, quando possibile, ricca di vitamina C.  

Criceto (Cricetus cricetus)

I criceti, piccoli roditori notturni, hanno una durata di vita media di 2-3 anni e richiedono una gabbia spaziosa per il loro benessere.

È essenziale fornire loro molto substrato per scavare e nascondersi, ricreando così il loro ambiente naturale. Molto importante è fornire loro una ruota (di adeguate dimensioni e con pavimento pieno) di modo da garantirgli attività fisica.

Inoltre, questi piccoli animali necessitano di una casetta da utilizzare come rifugio, dove faranno il nido con carta da cucina o igienica lasciata a loro disposizione per creare un ambiente confortevole.

Dal punto di vista alimentare, i criceti sono onnivori. La loro dieta dovrebbe includere pellet specifici per criceti, contenenti circa il 16-20% di proteine e il 4-5% di grassi, oltre a verdure fresche e una modesta quantità di frutta. È necessario inoltre integrare alla loro alimentazione una piccola porzione di proteine animali, come ad esempio l’uovo sodo o la carne magra cotta.

Questi animali sono creature solitarie che, se costretti a convivere con altri criceti, possono manifestare aggressività e disagio, di conseguenza, è generalmente consigliato tenerli singolarmente.  

Cincillà (Chinchilla lanigera)

I cincillà sono roditori longevi, infatti la loro durata media di vita può raggiungere i 15 anni.

Notturni per natura, richiedono una gabbia verticale che offra abbondante spazio per saltare e arrampicarsi.

La loro dieta si basa su un alto contenuto di fibra e basso di grassi, di conseguenza è consigliato nutrirli con fieno di alta qualità e pellet specifici. Possono essere somministrate anche frutta e verdura, ma in quantità molto limitate in quanto questo animale è predisposto a sviluppare con facilità disturbi digestivi.

Il loro pelo, morbido e delicato, necessita di bagni di sabbia regolari per rimanere pulito e in buona salute.  

Gerbilli (Meriones unguiculatus)

I gerbilli sono piccoli roditori vivaci, estremamente curiosi e socievoli. Amano vivere in gruppo e preferiscono ambienti arricchiti con abbondante lettiera per scavare e nascondersi.

Quando curati adeguatamente, possono raggiungere i 12 anni di età. Sono erbivori stretti e in quanto tali la loro dieta dovrebbe essere composta da erba fresca o fieno. È possibile aggiungere anche verdure di stagione, mentre la frutta dovrebbe essere offerta solo occasionalmente. 

Ratti Domestici (Rattus norvegicus)

I ratti domestici sono considerati degli ottimi animali da compagnia grazie alla loro notevole intelligenza e alla capacità di affezionarsi profondamente ai loro proprietari. 

Con una durata di vita media di circa tre anni, questi piccoli mammiferi richiedono, per soddisfare il loro benessere, una gabbia spaziosa con diverse piattaforme, scale, nascondigli e oggetti per arrampicarsi e giocare. 

La dieta dei ratti domestici è varia, in linea con la loro natura onnivora. È consigliabile offrire loro pellet specifici per ratti, arricchendo il loro regime alimentare con verdure fresche, frutta e una varietà di proteine animali. Questo approccio garantisce una nutrizione bilanciata e contribuisce a mantenere questi piccoli animali in ottima salute.

Rettili

Tartarughe di terra (Testudo hermanni)

Le tartarughe di terra sono sicuramente da citare tra i rettili più comuni scelti come nuovi animali da compagnia. 

Esse richiedono un ambiente curato e adatto alle loro esigenze, per questo motivo è ideale fornire un ampio recinto all’aperto che offra sia una zona soleggiata che una ombrosa in modo tale che sia loro concesso di termoregolare. 

Qualora non fosse possibile tenerle all’esterno, ma bensì dentro casa, è necessario offrire un ampio terrario fornito di lampade UVB necessarie per la sintesi della vitamina D3 per prevenire malattie metaboliche delle ossa. Oltre a ciò, nel terrario dev’essere sempre disponibile abbondante substrato per permettergli di scavare essendo questo un loro comportamento specifico. È inoltre importante che l’habitat includa nascondigli e piante non tossiche per simulare un ambiente il più naturale possibile. 

Dal punto di vista alimentare, le tartarughe di terra sono principalmente erbivore. La loro dieta dovrebbe comprendere una varietà di erbe, fiori, foglie e verdure, evitando alimenti ricchi di proteine e frutta ad alto contenuto di zuccheri. Gli integratori di calcio possono essere necessari per prevenire problemi al carapace e alle ossa. 

Controlli veterinari periodici sono molto importanti per monitorare la loro salute generale, con particolare attenzione al peso, al carapace e alla presenza di parassiti interni ed esterni. 

Pogona (Pogona vitticeps)

Un altro rettile comunemente scelto come nuovo animale da compagnia è la pogona, nota anche come drago barbuto

Questi affascinanti animali possono vivere in media dai 10 ai 20 anni e richiedono un terrario adeguatamente ampio con un controllo accurato di temperatura e umidità. L’ambiente deve essere arricchito con nascondigli e strutture su cui arrampicarsi. 

Le pogone sono onnivore: da giovani si nutrono principalmente di insetti, mentre da adulte integrano la loro dieta con verdure, un alimento che dovrebbero imparare a conoscere sin da piccole. 

Geco

I gechi sono rettili notturni di piccole dimensioni. In natura si trovano in diversi ambienti, che vanno dalle foreste tropicali alle aree desertiche. Per tale motivo, i gechi da compagnia richiedono un terrario che imiti il loro habitat naturale, con un controllo accurato della temperatura e dell’umidità. È importante fornire loro nascondigli e strutture su cui arrampicarsi, insieme a una fonte di calore adeguata per la termoregolazione. 

La dieta dei gechi è principalmente insettivora, alimentandosi di grilli, scarafaggi, vermi della farina e altri piccoli invertebrati. È fondamentale garantire che il cibo sia della dimensione adatta, generalmente non più grande della distanza tra i loro occhi, per evitare problemi durante l’alimentazione. Inoltre, alcuni gechi possono beneficiare di integratori di calcio e vitamine per mantenere una dieta equilibrata e sana.  

Volatili

Tra gli uccelli domestici più apprezzati spiccano i canarini, i diamanti mandarini, gli inseparabili, i cocoriti e le calopsiti

Questi volatili, noti per il loro vivace canto e la loro colorata bellezza, arricchiscono le nostre case con la loro presenza. Per il loro benessere, è fondamentale che siano allevati almeno in coppia, poiché la compagnia è essenziale per la loro salute mentale e fisica. 

Inoltre, richiedono ampi spazi in cui volare ed esplorare, un aspetto cruciale per mantenere il loro equilibrio e agilità. 

La loro dieta varia in base alla specie, ma generalmente si basa su una selezione di semi di qualità, preferibilmente estrusi per garantire un apporto nutrizionale bilanciato. Aggiungere frutta e verdura fresca è importante per fornire vitamine e minerali necessari. Alcune specie, come gli inseparabili e le calopsiti, sono note per la loro capacità di interagire strettamente con i loro proprietari, sviluppando un legame profondo e affettuoso

Questi uccelli non sono solo un piacere per gli occhi e le orecchie, ma anche compagni interattivi che possono creare un legame unico con coloro che decidono di prendersene cura. 

Assistenza veterinaria per i NAC

Presso l’ospedale veterinario La Trinità è attivo un reparto dedicato esclusivamente ai nuovi animali da compagnia. 

Il nostro team è in grado di gestire la medicina di base, specialistica e d’urgenza di tutte le specie non convenzionali presenti nelle nostre case. 

La struttura possiede attrezzature e spazi rivolti esclusivamente a questi animali. Esiste infatti un ambulatorio dedicato e studiato appositamente per i NAC dove non rimangono tracce olfattive fastidiose per i nostri amici. 

Allo stesso modo sono state studiate due degenze esclusive per il ricovero, divise in prede e predatori, di modo che il paziente malato non sia stressato, così da favorire la velocità ed efficacia della guarigione. 

Tutte le prestazioni specialistiche fruibili presso l’ospedale per il cane e per il gatto sono disponibili anche per i NAC, dalle visite di base alle chirurgie fino alla diagnostica avanzata.Per saperne di più sulle nostre cure veterinarie per i nuovi animali da compagnia.

Scopri di più sulle nostre cure veterinarie per i NAC.

Per La Trinità

Condividi questo post

Post correlati